I Musei

Museo Della Stampa Casa degli stampatori Soncino

Pubblicato il

La famiglia ebraica Da Spira diede vita alla prima stamperia di Soncino, qui nel 1488 venne stampata la prima Bibbia ebraica completa di accenti e vocali. Continuarono poi l’attività di stampatori, tra l’Italia e l’Oriente, firmando le loro produzioni con il nome di “Soncino”. Il museo oggi ospita macchine da stampa della fine dell’800 e dei… Continua »

I Musei

MUSIL – Fondazione Museo dell’Industria e del Lavoro Eugenio Battisti – Rodengo Saiano

Pubblicato il

Il MUSIL è il primo museo italiano dedicato all’industrializzazione come fenomeno sociale, rappresentato attraverso una grande varietà di materiali. Le antenne sul territorio arricchiscono i contenuti del museo prefigurando un sistema a scala regionale. Via del Commercio, 18 25050 Rodengo Saiano BS Tel. +39 030 3750663 – www.musilbrescia.it

I Musei

Museo della Carta – Toscolano Maderno

Pubblicato il

Il Museo della Carta sorge nel cuore della Valle delle Cartiere, in un’antica cartiera. Il nucleo più antico risale alla fine del XV-inizio XVI secolo e, alla fine del XIX secolo, fra le macchine installate si distinguevano cinque olandesi e una macchina continua, due caldaie a vapore e una dinamo. La cartiera ha mantenuto la… Continua »

I Musei

Museo della Stampa – Il Segno Tipografico Lodovico Pavoni

Pubblicato il

Un territorio in cui l’antica arte camuna inaugurò una rappresentazione grafica “stampata” sulla pietra, un precursore – il sacerdote bresciano Santo Lodovico Pavoni – che per primo in Italia nel 1821 fondò una scuola tipografica. Tutto questo ha definito lo spirito di questo museo, molto più di una semplice esposizione, ma memoria attiva di ciò che… Continua »

I Musei

Per Via – Museo Tesino delle Stampe e dell’Ambulantato

Pubblicato il

Inaugurato nel 2014 il museo racconta la storia di un piccolo altipiano trentino, il Tesino, che per oltre tre secoli intrecciò le sue fortune a quelle della civiltà delle immagini. Un percorso multimediale fa rivivere l’epopea dei Tesini, venditori di stampe popolari sulle strade d’Europa. Dapprima semplici ambulanti, o meglio girovaghi, mercanti, trafficanti, «perteganti» e… Continua »

I Musei

Raccolta Remondini Grafiche Tassotti – Bassano del Grappa

Pubblicato il

Tra il 1657 e il 1861 Bassano acquistò fama in tutto il mondo per l’attività editoriale della stamperia Remondini. Nel 1957 Giorgio Tassotti riprende l’attività remondiniana e oggi nella sala superiore dello showroom della Carteria Tassotti, al Ponte di Bassano, si può visitare la raccolta privata di originali del ‘700. Via Bartolomeo Ferracina, 16, 36061… Continua »

I Musei

Museo della carta di Mele

Pubblicato il

Inaugurato nel 1997, ha sede nell’antica cartiera Sbaraggia che dal 2015 è tornata a produrre secondo tecniche manuali ormai scomparse. Gioielli in carta, partecipazioni di matrimonio, corrispondenza di pregio, legature in pelle e tanto altro… Chi visita il Museo ha oggi non solo l’opportunità di fabbricare un foglio a mano ma anche di acquistare un… Continua »

I Musei

Museo della Stampa Marcello Prati – Piacenza

Pubblicato il

Il Museo raccoglie la memoria del tempo in cui le pubblicazioni erano realizzate in modo artigianale, tra caratteri mobili e grandi quantità d’inchiostro. Accanto alle “storiche” macchine compositrici (Linotype, Nebitype, Ludlow), sono esposti caratteri di piombo e di legno, clichés di metallo e gomma, flani di cartone, pagine di piombo, rulli, spazzole, pinze, tipometri… Via… Continua »

I Musei

Museo della Carta – Pescia

Pubblicato il

Il Museo protegge e tramanda un sapere universale: fare la carta. Il progetto prevede il completo restauro dell’antico opificio cartiera Le Carte, costruita all’inizio del secolo XVIII e che ha prodotto pregiata carta a mano filigranata fino al 1992. Data l’integrità dell’edificio e delle sue attrezzature Sette – Ottocentesche diverrà uno dei più rappresentativi Musei… Continua »

I Musei

Museo vivente delle Arti Grafiche Pazzini – Verucchio

Pubblicato il

La Mostra Museo della Tipografia Pazzini ne ripercorre la storia dalla fondazione (1886) ad oggi. Sono esposti “gioiellini” tuttora funzionanti come il Torchio “Amos Dell’Orto” del 1852, la Pedalina, la Pianocilindrica Werk Augsburg del 1905, la Reprocamera, la Diatype, la Linocomp 2, banconi con caratteri di legno in piombo e numerose altre macchine storiche. Via… Continua »